Home / Analisi dei Mercati / Borse europee in rosso trascinate dai listini asiatici

Borse europee in rosso trascinate dai listini asiatici

borse-europee-deboli

Ennesima partenza negativa per le Borse europee causa andamento dei listini asiatici, che hanno chiuso in territorio negativo la seduta odierna sia per i buoni rimbalzi delle ultime sedute sia perché i dati sul Pmi cinese non hanno brillato più di tanto.

L’attenzione degli investitori sarà alta, in quanto domani c’è l’Independence Day in Usa e le Borse saranno chiuse per festività. Il fatto che ci siano dati importanti oggi, come la stima Adp sui nuovi posti di lavoro e l’indice Ism non manifatturiero, potrebbe portare gli operatori a scommettere su come saranno i dati sul mercato del lavoro di venerdì, che costituiranno l’evento più importante di tutta la settimana e di tutto il mese.

Nella borsa di Milano da monitorare Eni all’indomani di un’emissione obbligazionaria a tasso fisso del valore nominale di 1 mld euro. Il prestito ha una durata di 10 anni e paga una cedola annua del 3,25%.

Focus su Fiat, con la stampa che riporta l’attenzione sulla terza opzione che il gruppo dovrebbe esercitare per acquistare una quota del 3,32% di Chrysler da Veba.

Occhi puntati anche su Saipem. Ieri a mercati chiusi la società ha comunicato che, mentre erano in corso le operazioni di posizionamento prima dell’inizio dell’attività di perforazione presso la foce del fiume Congo, il mezzo di perforazione autosollevante di Saipem, Perro Negro 6, si è capovolto ed è affondato.

Da seguire Rcs con Della Valle che ha dettato al patto di sindacato di Via Rizzoli le condizioni che ritiene imprescindibili per sottoscrivere la quota di sua pertinenza, l’8,7%, dell’aumento di capitale della casa editrice. Condizioni che sarebbero già state “discusse e considerate positivamente” da alcuni importanti azionisti di Rcs.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *