Home / Analisi dei Mercati / I principali eventi economici della settimana del 9 – 13 Gennaio 2017

I principali eventi economici della settimana del 9 – 13 Gennaio 2017

Ci prepariamo per un’altra settimana di trading, e per non essere colti impreparati, riportiamo in seguito le analisi sui principali eventi economici della settimana del 9 – 13 Gennaio 2017.

Mercoledì 11 gennaio

Produzione manifatturiera – Regno Unito

Una recente indagine condotta dal Chartered Management Institute (CMI) ha mostrato una quadro negativo dell’economia in U.K.. Questi hanno mostrato che la fiducia sulle loro imprese individuali rimane nonostante le incertezze della Brexit. Il capo della CMI ha detto che anche se ci sono difficili sfide poste dalla Brexit, il Regno Unito ha bisogno di sfruttare la produttività per andare avanti. Su una nota umoristica (o non in modo sarcastico) la Banca d’Inghilterra ha usato la parola ‘incertezza’ 123 volte nel 2016. La sterlina ha tenuto costante di ritardo, ma siamo alla ricerca per un ritorno ai minimi Brexit forse il test sotto zona il 1,2000.

Giovedì 12 gennaio

Sondaggi su osservatori economici – Giappone

Questo sondaggio chiede a circa 2.000 intervistati che guardano l’economia in virtù del loro posto di lavoro per valutare il livello relativo delle condizioni economiche correnti. Kuroda non ha riconosciuto che JPY fosse troppo debole: “Non vedo alcun problema con la discesa dello yen corrente”. Il primo ministro Abe ha dichiarato che vuole rafforzare i legami tra Giappone e Stati Uniti. Le politiche economiche recenti in Giappone, che normalmente sono state preoccupanti per gli investitori, sembrano essere state ignorate dagli investitori. Pensiamo che la debolezza yen continui e vediamo lo scambio sopra i 120.00

Produzione industriale – Zona Euro

Questa release di solito crea poco impatto sul mercato, perché la Germania e la Francia, che rappresentano la metà del flusso dell’economia della zona euro e dei dati di produzione. La BCE ha detto che nel 2017 si è in attesa di un significativo aumento dell’inflazione grazie alla stabilità o aumento dei prezzi dell’energia. Ad ogni modo, l’inflazione rimane al di sotto dell’obiettivo della BCE
per il prossimo anno. Pensiamo che l’inizio dell’anno mostrerà un po ‘
presa di profitto fornirà una spinta decente per l’euro, eventualmente a toccando 1.0800.

Venerdì 13 gennaio

Nucleo Vendite al dettaglio / PPI / vendite al dettaglio / Consumer UM Sentiment – Stati Uniti

Un Venerdì occupato per i traders di USD. Abbiamo più di 4 uscite significative. Mentre una di queste versioni potrebbero causare notevole impatto sul mercato la nostra idea è che l’inizio dell’anno potrebbe vedere una piccola correzione prima di continuare i guadagni post-elettorali.

Fonte: FXDD

Ti potrebbe interessare:

Settimana ricca di eventi economici. Mercato delle Valute sotto osservazione

German IFO Business Climate (Euro Zone). Core Durable Goods (United States), Preliminary GDP (United Kingdom), sono questi i principali eventi economici della settimana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *