Home / Analisi dei Mercati / Una giornata catastrofica in borsa

Una giornata catastrofica in borsa

crolla-piazza-affari

Inizio di settimana caratterizzato da fortissime vendite a piazza Affari. A pesare sul sentiment degli operatori e’ l’incertezza sulle prossime elezioni politiche confermata dagli ultimi sondaggi e acuita dalle dichiarazioni di Silvio Berlusconi del fine settimana.

Il Ftse Mib ha chiuso in calo del 4,5% a 16539 punti. Dopo le prime ore di scambi anche gli altri indici europei hanno accelerato al ribasso, soprattutto l’Ibex-35 che ha perso il 3,77%. Cac-40 -3,01%, Ftse 100 -1,56% e Dax -2,49%.

Come segnalato da un esperto ci sono tutti i fattori della perdita della fiducia sull’Italia: lo spread Btp/Bund è salito fino a 286 punti base. Di conseguenza i cali più consistenti sono stati registrati dalle azioni bancarie, la maggior parte delle quali sono andate in asta di volatilità durante la seconda parte della seduta.

Nel pomeriggio in America sono stati resi noti gli ordini alle imprese che sono saliti dell’1,8% su base mensile, al di sotto del consenso del mercato (+2% m/m).

Dal sito ADVFN una visione (in rosso) dei principali titoli azionari:
Una giornata catastrofica in borsa

Unicredit è stato il titolo peggiore del paniere principale e ha perso l’8,29% a 4,25 euro. Sul titolo Ubs ha tagliato il rating da buy a neutral. A seguire B.Popolare che haceduto il 6,89%, B.P.Milano il 6,55%, Mediobanca il 5,84%, Ubi B. il 5,56%, B.Mps il 4,83% e B.P.E.Romagna il 4,04%.

Male pure Finmeccanica (-6,75%), Mediaset (-6,27%), Pirelli & C. (-5,19%) e Fiat (-5,44%).

Enel G.P. ha chiuso in calo del 4,49%, nonostante gli analisti abbiano apprezzato i ricavi totali del 2012 pari a 2,7 mld euro, in aumento dell’8% su base annua.

In rosso Snam (-3,55%), su cui gli analisti di Citigroup hanno tagliato il rating a neutral da buy e il target price a 3,90 euro da 4,10 euro.

L’unica azione del paniere principale a registrare un andamento positivo è stata Saipem che ha guadagnato lo 0,55% a 20,2 euro. Si e’ trattato comunque di un rimbalzo tecnico dopo i forti cali dei giorni scorsi.
Societe Generale ha alzato il rating a buy da hold ritenendo ancora valida la capacita’ della società di generare profitti.

Sul resto del listino Arena ha guadagnato il 5,77% e Seat Pagine Gialle ha perso il 25% la cui società ha convocato il Cda per mercoledì 6 febbraio.

Ti potrebbe interessare:

Il post-elezioni in Italia fa crollare i mercati

Terremoto in borsa. Lo spread torna a volare mentre a Borsa di Milano affonda per colpa del risultato delle elezioni. A pagare maggiormente la situazione sono i titoli bancari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *